Vai al contenuto
Donne di Montagna

Il Coordinamento Donne di Montagna sabato 1 luglio 2017 sarà al convegno internazionale “Facciamo Agri-Cultura – Progetti di collaborazione e inclusione in ambito agricolo: la montagna cuneese a confronto con L’america Latina“.

L’evento, organizzato dalla Fondazione Nuto Revelli, si colloca all’interno della settimana di formazione della Scuola giovani agricoltori di montagna di Paraloup (26 giugno – 4 luglio) , nell’ambito del progetto Interreg-Alcotra MigrACTION.

Programma del convegno

Sabato 1 luglio, ore 10-18 presso Paraloup (Rittana – CN)

A seguito del benvenuto del Presidente della Fondazione Marco Revelli e dei saluti istituzionali, attraverso un confronto di voci verranno presentate alcune significative realtà impegnate sul territorio cuneese in buone pratiche di agricoltura solidale:

  • Germinale agricoltura comunitaria – Intervento di Roberto Schellino: associazione di Demonte che utilizza in comodato d’uso dei terreni con l’intento di creare una rete di sviluppo sociale ed economico e di garantire un futuro ai migranti attualmente ospitati in Valle Stura.
  • A rappresentanza dell’Associazione Insieme diamoci una mano di Festiona che offre assistenza medica ed accoglienza ai migranti della valle, Corrado Camilla analizzerà la stretta connessione tra pratiche agricole sostenibili, salute, tutela del paesaggio e crescita economica e sociale della comunità.
  • Coordinamento Donne di Montagna – Interviene la Presidente Patrizia Palonta L’associazione è impegnata dal 2007 in Valle Maira ed in progetti di cooperazione con l’America Latina a far conoscere le tematiche di genere per superare l’ineguaglianza geografica, sociale ed economica e per dar voce a tutte le donne che vivono in montagna ed ai margini.

Dopo l’inaugurazione della III Carovana per i diritti dei migranti, per la dignità e la giustizia avvenuta a Paraloup il 6 maggio, il gruppo di Carovane Migranti con Gianfranco Crua ritornerà per raccontarci il viaggio che ha attraversato l’Italia, dalla Val Susa fino a Taormina, confrontandosi con numerose associazioni italiane e trattando la tematica delle migrazioni provocate da gravi problematiche ambientali con l’intento di creare connessioni tra il bacino del Mediterraneo ed il Sudamerica.

A seguitre pranzo con i prodotti della Valle Stura offerto dal Rifugio Paraloup e inaugurazione della mostra “Valadas Occitanas. Gents” di Giorgio Burzio.

Per il programma completo della manifestazione www.nutorevelli.org